Come compilare la domanda per ottenere un prestito per ristrutturazione

464

Indice dei contenuti

Sono tanti i motivi che possono spingerti a voler modernizzare e ristrutturare la tua abitazione. Magari senti il bisogno di riparare dei piccoli incidenti di percorso. Può capitare che il trascorrere del tempo abbia portato all’usura di determinati elementi. Capita, inoltre, che tu voglia semplicemente adeguarti al mondo dell’ecologia.

Uno dei motivi per ristrutturare casa, infatti, è la voglia di convertire i vari sistemi energetici a modelli più efficienti, all’avanguardia e sensibili all’ambiente.

In ogni caso, le tue motivazioni possono essere le più svariate e tutte estremamente valide. Cosa fare, però, se non hai a tua a disposizione la cifra adatta per poter iniziare i lavori in questione? Molto semplice, puoi chiedere un prestito per ristrutturazione.

Se non ne hai mai sentito parlare non devi preoccuparti. Il mio compito è quello di presentarti al meglio questa opzione in modo che tu possa valutarla con la giusta attenzione.

Che cos’è un prestito per ristrutturazione?

Partiamo dunque dalle fondamenta, così da rimanere in tema. Un prestito per ristrutturazione è uno specifico finanziamento che puoi ottenere dalla tua banca di fiducia. Questo tipo di prestito è destinato a pagare i lavori di ristrutturazione della tua dimora.

Tale prestito può arrivare a ricoprire ben l’80% del valore della tua casa. Questo vuol dire che con tale somma potresti essere in grado di coprire l’intero valore dei lavori che hai intenzione di svolgere.

I soldi che otterrai, dunque, dovranno essere adoperati solo per la messa a nuovo della tua dimora. Naturalmente, puoi scegliere se fare lavori estetici o prettamente funzionali, l’importante è che il denaro venga speso per questa tipologia di interventi e non per altro.

Tale opera di finanziamento, poi, risulta fondamentale per poter permettere all’utente di affrontare una serie di piccoli lavori. A differenza dei mutui di ristrutturazione, infatti, risulta essere molto più semplice da ottenere.

Come si ottiene un prestito per ristrutturazione?

Se vuoi modernizzare la tua casa, quindi, questo tipo di soluzione è sicuramente la più adatta. Ma come puoi ottenere un prestito per ristrutturazione? Come devi presentare la tua domanda?

Vi sono alcuni passaggi da seguire per poter ottenere il prestito di ristrutturazione di cui necessiti.

Per prima cosa devi recarti presso il Comune della città in cui vi è l’immobile che hai intenzione di mettere a nuovo. Ivi devi consegnare la DIA, ovvero la Dichiarazione di Inizio Lavori. Naturalmente, su di essa dovrà essere apposta la firma di un tecnico specializzato in tal campo.

Inoltre, dovrai presentare altri documenti quali:

  • ultima busta paga;
  • CUD;
  • preventivo dei lavori rilasciato dall’azienda edilizia che hai incaricato;
  • documenti d’identità.

A seconda della banca a cui andrai a chiedere il prestito, però, i documenti richiesti potrebbero essere anche di più. Questi, però, sono quelli basilari.

Quali sono i vantaggi nel richiedere un prestito per ristrutturazione?

Con tale finanziamento non dovrai crucciarti in maniera esagerata. Infatti, sarà molto più semplice per te ottenere questo tipo di prestito rispetto ad altri poiché la burocrazia che ruota intorno a esso è decisamente più snella.

La cifra che potrai richiedere, infatti, è sicuramente più piccola rispetto a un normale mutuo. Con il prestito per ristrutturazione potrai avere tra € 30.000 e un massimo di € 50.000.

Non essendo una somma di denaro troppo elevata, sarà più facile per te riuscire a ottenerla dalla tua banca. Inoltre, non dovrai affrontare alcun tipo di spesa notarile e ciò comporta ulteriori vantaggi, sia per lo snellimento delle procedure che per la diminuzione delle spese a tuo carico.

Altro vantaggio che può spingerti a scegliere un prestito per ristrutturazione è il fatto che tale finanziamento non comporta alcuna ipoteca sul tuo immobile.

Tutti motivi super validi che dovrebbero averti già convinto della validità di questo tipo di operazione.

Ultime considerazioni

Come hai potuto vedere le agevolazioni sono molteplici, ma, come ogni cosa, non mancano gli svantaggi. Infatti, il prestito per ristrutturazione non è un mutuo, ma un prestito personale e, proprio per questo motivo, ha in media degli interessi fissi più alti.

Il prestito per ristrutturazione, però, ha l’importante costante di essere concesso ed erogato in maniera molto più pratica e veloce.

Solitamente questo tipo di finanziamento ti verrà rilasciato dalla banca in un’unica soluzione e toccherà a te gestirla per poter pagare i lavori che hai intenzione di apportare alla tua abitazione. Devi calcolare, inoltre, che dovrai andare incontro a un tasso di interesse, a una serie di rate mensili con relative scadenze e anche a delle garanzie affinché la banca possa fidarsi di te.

La durata del prestito, poi, dipenderà dalla volontà della tua banca che deciderà i tempi di restituzione. I motivi per cui scegliere questo tipo di finanziamento sono molteplici, come hai potuto vedere tu stesso. Come in ogni cosa vi sono i pro e i contro, ma se hai bisogno di una piccola cifra e in tempi brevi è sicuramente la soluzione più adatta.

Ora non ti resta che scegliere l’opzione che più ti aggrada.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO: Offerta non relativa alle eventuali finanziarie e/o banche citate nell'articolo ma trattasi di affiliazione pubblicitaria

Articolo precedentePrestiti per ristrutturazione ai cattivi pagatori: cosa bisogna sapere
Rosita Mazzei
Laureata in Scienze Filosofiche col massimo dei voti, ha svolto uno stage come editor presso un'agenzia letteraria. Scrive per diverse testate giornalistiche, regolarmente iscritte al tribunale, che si occupano anche e soprattutto di cultura. Ha vinto numerosi concorsi letterari che hanno visto la pubblicazione dei suoi racconti brevi in svariate antologie. Ha pubblicato già un romanzo e ha intrapreso il percorso per divenire giornalista pubblicista.